South Lake

Prodotti di Lago
PDF Stampa E-mail

Polpettine di Coregone: pulire i coregoni (lavarelli) e ricavarne dei filetti dai quali estrarre la polpa con un coltello. In una padella riscaldare l'olio extravergine d'oliva, aggiungere la pola dei coregoni infarinata, avendo precedentemente dato la forma di piccole polpettine. Far dorare la carne del pesce, salare, pepare, cospargere con il porro tritato finemente e con il pomodoro tagliato a piccoli dadini, bagnare con vino bianco secco. Lasciare evaporare. Da ultimo cospargere di basilico tagliato finemente. Servire con fette di polenta abbrustolita.

Bocconcini di trota alla menta: prendere i filetti di trota salmonata e lasciarli macerare in succo di limone per due ore con un pò di sale e le foglie di mentuccia. Successivamente toglierli e immergerli in olio d'oliva del Garda. Si suggerisce di servirli tagliando i filetti in rettangoli di circa 2 cm e metterli nel piatto con altre foglie di mentuccia e olio d'oliva.

Anguilla alla moda di Trento:
pulite le anguille, svuotatele e dividetele in trochetti. In un capace tegame, fate fondere il burro, nel quale rosolare la cipolla e poi i tronchetti di anguilla. Ricoprite il pesce con un misto di acqua e vino, salate, pepate ed unite: un mazzettino composto da una costa di sedano, qualche rametto di prezzemolo ed un pizzico di cannella. qunado l'anguilla sarà cotta, sistematela in un unico piatto di portata e tenetela in caldo. Legate la salsa con i tuorli d'uovo battuti e versatela sul pesce.

Trotelle: Lavate e svuotate le trotelle ed asciugatele bene. In olio bollente, friggetele, dopo averle leggermente infarinate e salate. Disponetele sul fondo di una pirofila dove le trotelle, possono stare senza sovrapporsi. In un tegame, fate rosolare in mezzo bicchiere d'olio, 1 cipolla finemente affettata, 1 spicchio d'aglio,e del prezzemolo finemente tritati, poi unite 100 gr di uva sultanina, qualche foglia di menta, un cucchiaio di scorza d'arancia e di limone garttuggiata e due bicchieri di aceto di vino. Lasciate cuocere per qualche minuto e poi versate il tutto sulle trote. Lasciate cuocere per qualche minuto epoi versate il tutto sulle trote. Lasciate raffreddare, poi coprite la pirofila e lasciatela in luogo fresco per 12 ore.

Trotelle affumicate:
non è difficile trovare nel Trentino, come in Alto Adige, trote affumicate. Potete offrirle ai vostri ospiti con la salsa "ravanada" che adesso vi descriviamo. Raschiate un pezzo di radice di rafano e grattuggiatela sino ad ottenere un cucchiaio colmo. versate il rafano in una terrina e lavoratelacon un cucchiaio di pangrattato ed uno di olio d'oliva. Salate, pepate e poi, sempre mescolando, unite poco per volta, 2 cucchiai d'aceto di vino ed uno d'acqua. Versate la salsa sulle trote affumicate e servite.

Bosa (Bottatrice) gratinata: prendere i filetti di bosa e sistemarli in una piastra oliata leggermente. A parte mettere a soffriggere in olio extravergine le acciughe e i capperi. Togliere dal fuoco e aggiungere la melanzana cruda tagliata sottile, i pomodori tagliati a cubetti e tritare finemente la mentuccia. Aggiustare il sapore e versare il composto sui filetti bosa. Completare con il pangrattato, bagnare con qualche goccia d'olio e meteter nel forno ben caldo e gratinare.

Luccio in salsa gardesana:
In abbondante acqua, preparate un court-bouillon con l'aceto, il vino gli aromi e le verdure. Portatelo ad ebollizione per 15 minuti, fatelo raffreddare ed immergetevi il luccio pulito e lavato. Rimettete la pentola sul fuoco e cuocete facendo in modo che l'acqua non arrivi mai a piena ebollizione. A cottura ultimata, estraete il pesce dal liquido di cottura e fatelo raffreddare, quindi spolpatelo e disponetelo in una pirofila. Per la salsa, sminuzzate le acciughe, aggiungete un battuto di capperi e il prezzemolo e soffriggete in metà dell'olio extravergine. Versate la salsa sul pesce già spolverizzato di cannella e pepe macinato. Lasciate riposare per un paio d'ore aggiungendo il rimanente olio extravergine di oliva crudo. Servite con polenta abbrustolita.  

Alose in scapece:
pulite le alose, svuotatele, e bene asciutte, passatele alla farina e friggetele. Disponetele in un tegame dai bordi bassi e salatele. A parte, fate soffriggere, in poco olio, 2 cipolle medie e, quando saranno appassite, unite 1 bicchiere e mezzo di buon aceto di vino, che farete sobbollire per qualche minuto. Versate il tutto sul pesce e lasciate raffreddare.

Filetti di persico fritti:
Miscelate il pangrattato con la farina. Battete l'uovo con poca acqua e sale. Passate i filetti di persico prima nell'uovo e poi nella miscela di pane e farina, pressandoli bene. In un saltiere, scaldate il burro e l'olio. Quando sono ben caldi, aggiungete i filetti di persico e rosolateli da ambo le parti. Quindi toglieteli e fateli asciugare su carta assorbente. Regolateli di sale e serviteli con spicchi di limone e ciuffi di prezzemolo.

 
?>